Il terribile gesto con la bottiglia: migrante attacca l'agente

Il terribile gesto con la bottiglia: migrante attacca l'agente

Un assistente capo del commissariato di Ventimiglia è stato aggredito e ferito a una coscia con un coccio di bottiglia da un trentenne iracheno. Il poliziotto era intervenuto per dividerlo da un sudanese con cui stava litigando, quando è stato aggredito

F Fabrizio Tenerelli
Per conviverci serve chiarezza

Per conviverci serve chiarezza

Una volta si faceva i segno V come vendetta o come vittoria. La pandemia cambia i linguaggi e adesso V sta per vaccini.

C Claudio Brachino